venerdì 21 giugno 2013

Solstizio d'estate




Qual è il colore dell'aria al mattino presto? 
Me lo sono domandata stamattina, mentre mi incolonnavo alle altre anime che scendevano a valle. 
Il fiume, a destra, scorreva tranquillo anche lui e, guardando il sole che abbacinava dalla sua superficie, mi sono sorpresa a pensare alla trasparenza del non colore che mi circondava e mi avvolgeva già del calore a esplodere in questo nuovo solstizio d'estate. 
Stasera alla luna mancherà solo un pezzetto per essere tonda; è la stessa identica luna sulla quale raccontano misero piede Neil Armstrong e Buzz Aldrin. 
Prima l'ho cercata, storcendo il collo sotto il vetro, nell'attimo di transito dell'ennesimo trattore carico di rotoballe a rallentare il fluire del lungo serpente meccanico. 
Non c'era più, si era nascosta e forse era lei che faceva risplendere quella trasparenza di cromie luminose senza farsi vedere da nessuno.

Nessun commento:

Posta un commento