sabato 19 giugno 2010

Persone che hai sotto pelle e ti sanno


Io non so chi, come e perché; però è successo. Io e questa piccola signora, Giovanna, che ho abbracciata stretta poche settimane fa, abbiamo incrociato le nostre strade: io, lei e Pinina, lontane eppur vicine senza saperlo. Forse era un disegno abbozzato e che, adesso, ha contorni più definiti e che ha trovato concretezza nel nuovo romanzo di Giovanna Mulas che sarà presentato ufficialmente al Pisa Book Festival in ottobre.
Ci vuole davvero poco a regalare un'emozione. Oggi, Giovanna, me ne ha regalata una grande. Condivido qui sopra il suo articolo. Perché se tra tanti anni rileggerò, mi tornerà in mente il groppo che è qui, tra cuore e gola, e non sa se salire o scendere. Sorrido nel pensare all'imbarazzo che avrò il prossimo 23 ottobre, quando abbraccerò entrambe: io, in mezzo a queste due piccole, grandi artiste. Sembrerò la gigante con le bambine, ma solo perché le sovrasto di  un po' in statura.

Ci sono persone che hai sottopelle e ti sanno. Fortunati coloro che le incontrano perché non le perderanno mai.

Pisa Book Festival 2010, SALA BLU, 23 ottobre, h. 16.00.

Presentazione nazionale del nuovo romanzo di Giovanna Mulas
NESSUNO DOVEVA SAPERE, NESSUNO DOVEVA SENTIRE (ACCABADORA)
Da Giovanna Mulas


Desidero ringraziare in maniera particolare Giovanna Mancini e Maurizio Marsi che con grande entusiasmo e profondo, raro rispetto nonchè passione pura per i libri; hanno voluto scommettere sul mio romanzo senza tentennamenti.

Ringrazio l’Editore Paolo Acco per la preziosa collaborazione.

Ringrazio gli Artisti amici:

Pinina Podestà, donna dolcissima, pittrice surrealista di fama internazionale che ha onorato la mia protagonista con un volto ed una fisicità unici che, so, rimarranno impressi nel tempo e nel Lettore;

Gianluca Rando, giovane autore ma di lungo percorso professionale ed innegabile talento, che attraverso le sue melodie e in un cd ad hoc (allegato al romanzo) sottolinea i momenti di vita più forti del personaggio;

Per la sua Introduzione alla Lettura il critico spagnolo, traduttore e scrittore Prof. Xavier Frías-Conde, Dottore in filologia romanica, grande amante della letteratura e della Sardegna;

La mia Principessa Daniela Micheli; Partigiana, scrittrice e donna vera, di lotta in difesa del più debole.

A tutti loro va e andrà sempre il mio grazie incondizionato: questo romanzo non sarebbe stato lo stesso, senza la loro Arte vera, quella che non conosce corrotti né corruttori.

E come sempre grazie anche a Te, Lettore.

A presto, finalmente. Ad un ottobre che nasce per non morire ancora e ancora, nonostante. Sento che sarà la prossima e sarà una femmina. ‘Ene bennida.

Sono legata in maniera particolare a questo scritto, ma forse è ciò che dico per ogni mio scritto.

http://www.facebook.com/home.php?#!/notes/dialogo-con-giovanna-mulas/pisa-book-festival-2010-presentazione-nazionale-del-romanzo-nessuno-doveva-saper/416190403520


Puoi essere questo mare, quando e se lo vuoi
Puoi cantare col merlo e odorare l’aria di mirto, o timo, o felce maschio
Puoi essere sughero e bruciare fuori dal sughero, quando i sardi non più sardi vendono questo palmo di terra –il sangue- allo straniero
Puoi penetrare la Porta del Vento, oltrepassarla e vedere oltre te e me, oltre l’oggi
Comente istas? Come ti senti? ... E’ che quel falco...lo vedo volare a cerchio, attorno alla tua casa da quando sei qui...L’ululato dei lupi e quelle bagasse giù in paese, sapessi che dicono di te...
Queste cose mi mettono nervosa ma sai bambina, ogni soffio di vento più alto mi mette nervosa.
O pensiero di mala sorte
Ma tu hai fame
Questo cesto di arance è per te da parte mia, spero che gradirai. Sento che sarà una femmina. E sento che sarà la prossima.

‘Ene bennida.

Da appunti sparsi prima di 'Nessuno doveva Sapere, Nessuno doveva Sentire (accabadora)'


(Cliccare sul titolo nel post originale per andare alla nota di Giovanna Mulas su Face Book)

1 commento: