domenica 13 giugno 2010

Daniela

Daniela di dentro è piena di porte
qualcuna è chiusa, qualcuna aperta
Daniela di dentro è piena di porte
a volte esce, a volte entra.

Daniela è il vento, a volte è un dono
qualcosa si perde, qualcosa resta
Daniela è un albero, un libro, un gabbiano
che vola in cielo, non fa mai sosta.

Com’è difficile se sai
che quel che hai
non sempre è quel che sei
e quel che sei
non sempre è ciò che sai.

Daniela respira, a volte si perde
non sa se ha ragione non sa se sbaglia
Daniela non sente, aspetta qualcuno
che venga e calmi le notti di veglia.
(Pedro Guerra trad. Elisa)

Nessun commento:

Posta un commento