lunedì 5 aprile 2010

Alla mia cara amica, nel giorno del suo compleanno

“Una metà di me non sopporta l'altra. E cerca alleati!” Non so bene dove Bufalino abbia scritto questa frase ma mi calza perfettamente, meglio dei miei amatissimi stivali coi quali voglio essere seppellita.
Sì, perché ci sono dei giorni che ci si odia talmente tanto nelle proprie contraddizioni, che ci si chiede se anche da morta continuerai a litigare con te stessa.
Per quello che mi conosco, direi proprio di sì: sono fatta così e così creperò.
Magari il prossimo autunno, se proprio devo, vorrei vivere quest’estate che arriverà tra poco.
Insomma, l’estate dei quarantanove che sono arrivati.
Ebbene sì, da oggi, quando mi chiederanno quanti anni ho risponderò cinquanta.
La mia parte che mi sopporta mi dice che non è niente, che sono fortunata ad essere arrivata fino a questo traguardo.
L’altra, la più fetente, mi dice di fare un bilancio di questo mio quasi mezzo secolo.
E’ la mia parte più stronza, quella che mi costringe a guardarmi in faccia ed a farmi dire di smetterla di raccontami cazzate.
Ho deciso che mi mando a fanculo, e che mi ubriaco.
Chi lo fa con me? Senza alleanze, per favore…

2 commenti:

  1. Abbandona la stronza al suo pallido destino e prendi per mano la tua nuova amica, quella vera, quella che "ne ho 50". Sono sicuro che ti porterà in un'età fantastica. Credimi, io ci sono già. Sono in ritardo per gli auguri, ma non per un In bocca al lupo.

    RispondiElimina
  2. mi ubriaco con te e mi riubriaco a novembre quando mi coglierà stessa sorte.
    Prosit

    RispondiElimina