giovedì 4 marzo 2010

Di struzzi, di inedia

Forse è vero ciò che dici: penso troppo.
E non lo faccio nel modo corretto.
Sono diventata un’intellettuale?
Se diventare intellettuali è analizzare con occhio freddo ciò che hai e ciò che vorresti, sì, lo sono.
Sono cambiata, ho imparato a ragionare.
No, perché ragionare è proprio degli esseri umani dotati di intelletto.
Gli struzzi ragionano?
Non credo, mettono la testa sotto la sabbia e cantano tra sé che tutto va bene, che le cose stanno così e che occorre accettarle senza troppe pippe mentali.
Ultimamente me ne faccio troppe, lo so.
Ma non riesco a farne a meno.
Mi guardo intorno, leggo molto di più.
E mi incazzo.
Il bestiario quotidiano delle buone notizie, buongiorno Italia, siamo svegli, il sole è spuntato, siete pronti?
Siete caldi?
Bene, eccovi qua qualche esempio di cristiana umanità!
Come si fa a non pensare a quanto poco stringiamo tra le mani, a quanto siamo diventati aridi, indifferenti, a come voltiamo la testa per non vedere le nostre miserie…
Sì, miserie, anche se per qualcuno possono sembrare ricchezze: ci stiamo impoverendo di ciò che ci distingueva dalle bestie che sono i sentimenti ed è il voler bene, amare, compatire, accogliere.
Accoglienza… bella parola.
Accogliere ed essere accolti, ricordando sempre che a nostra volta lo siamo stati.
Quando ci hanno messo al mondo, non l’abbiamo chiesto noi ma i nostri genitori ci hanno accolto.
E ci hanno amati.
Retoriche queste parole.
Nemmeno so perché le scrivo.
Forse per dirmi che io non sono così, che io amo ancora, che accolgo anche chi non vuole essere accolto.
Penso troppo.
Dovrei tornare alla dimensione di accettazione, di inedia.
A essere struzzo.
Vivrei sicuramente meglio.
La testa nella sabbia?
No, mi spettino.
Salute, alla tua.

3 commenti:

  1. Alla tua, Daniela. Non è facile trovare parole come le tue, da convidere in blocco. Senza se, senza ma.

    RispondiElimina
  2. E' tanto bello pensare, ragionare, confrontarsi che non vale la pena mettere la testa sotto la sabbia, tra l'altro entrerebbe in gola e non sarebbe molto piacevole.

    RispondiElimina