giovedì 4 febbraio 2010

Legittimamente impedita alla bava

Non mi è mai piaciuto Pierferdinando: belloccio, nulla da dire, ma il suo modo di fare mi lascia la sensazione viscida di lumaca che striscia.
A volte mi pare uno di quei bambini che picchia i piedi per terra perché non è riuscito ad avere il giocattolo nuovo e poi, quando vede ciò che vorrebbe in mani altrui, fa i ricattucci mettendo il broncio e facendo ripicche.
Come accaduto recentemente in Puglia: invidioso del successo di Vendola, che non gli ha probabilmente dato garanzie sulla realizzazioni di strutture pubbliche che lui voleva a ogni costo – non si sa bene perché, ma lo si può supporre -, ha deciso di stroncare ogni ipotesi di alleanza con i partiti che iniziano con PD, più o meno Elle, e candidare la Adriana Poli Borbone alle prossime regionali.
Il popolino del PD e basta è stato contento a questa notizia: io, perlomeno, che non ho mai capito che alleanza potrebbe esserci con un partito che ben poco condivide come obiettivi con quello in cui, accidenti a me e chi me lo ha fatto fare, spero utopicamente possa scaravoltare dal trono Silvietto il Breve.
Va bene, i sogni son desideri di felicità e mi piacerebbe tanto essere felice.
La convinzione che meglio lontani che avercelo per casa, si è accentuata maggiormente ieri sera, quando ho sentito l’intervento di Bersani alla Camera ed ha espresso con un calore, che mi ha quasi stupito per la durezza e fermezza, il punto di vista del partito di cui è segretario nazionale.
Il fatto poi che Casini abbia sostenuto che ha deciso di infilare le mani nella crema poco profumata per evitare lo sfascio del sistema giudiziario, diventando il salvatore di chi si salva da questo schifo di provvedimento, quasi in segno di resa, mi fa ancora una volta pensare che Pierluigi, prima di parlare di alleanze, dovrebbe verificarne i punti fermi condivisi e condivisibili.
E restare un Bersani duro e fermo sempre, lui non è legittimamente impedito a farlo.
Si potrebbe riaccendere un lumino, piccolo piccolo.
Senza se e senza ma.
Lo so, sono noiosa. 
Ma tant'è.

4 commenti:

  1. Pericolosi comunque questi ex Dc con la bava, esattamente come certi cardinali.

    RispondiElimina
  2. Sì. Molto. Soprattutto nel loro ipocrita falso bavoso schifoso silenzio. Ma poi domenica andranno alla funzione delle dieci, si confesseranno e si sentiranno assolti. Quella di oggi sui punti premio agli immigrati.. non hanno nulla da dire Casini & C.?
    Che schifo!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  3. La parola chiave è "invidioso".
    Questo qui con la sua piccola percentuale crede sempre di poter fare l'ago della bilancia e di metterlo a quel servizio agli altri, non capisce che la sua credibilità è sempre proporzionale ai suoi elettori. Ciao Dani.

    RispondiElimina